Ultime dal sito

Maggio 2017
Due nuovi articoli interessanti: uno sull'evoluzione di due cognomi di Bussolengo,
ed uno sul Saponificio Pinali. E poi la registrazione di un Matrimonio Francese.

Marzo 2017
Tre nuovi articoli sui nostri VIP.  Vedi la relativa sezione.
San Valentino 2017
Una nuova sezione tutta da esplorare che comincia con tanta STORIA
legata a San Valentino e continua con tante altre storie!
San Valentino 2017
Al Centro Sociale una bellissima mostra sulla Scuola a Bussolengo dagli inizi
fino a pochi decenni fa. Bravo Circolo Noi. Da vedere.
29 dicembre 2015
Il sito diventa "responsive", è possibile quindi vederlo anche su smartphone e tablet. Numerose sono poi le aggiunte ed i miglioramenti. Da esplorare!
Natale 2015 
Si festeggia in piazza a Bussolengo.   Guarda alcune bellissime foto.

Spesso, durante le vacanze, gruppi di studenti raggiungono Bussolengo per far visita al sacerdote e, nell’anno 1953, addirittura un centinaio di allievi fra i più meritevoli per profitto e condotta sono ospitati a casa della famiglia Perotto, dove mamma Caterina si supera per bravura nonostante l’avanzata età.
  
SantoPerotto2A pochi mesi dalla sua morte, la scuola apre a Pescara una raccolta di offerte per istituire una specifica Borsa di studio in memoria di “Caterina Manzati” ed in poche settimane si raggiunge l’allora ragguardevole cifra di seicentomila Lire, la cui rendita annuale sarà devoluta agli alunni più meritevoli.
Anche sul notiziario dell’Istituto appare un articolo, che ricorda con queste parole la figura esemplare della mamma di don Santo Perotto: ...“donna di elette virtù e di grande bontà d’animo, dedicò la sua centenaria esistenza ad opere di bene... amava il nostro Istituto attraverso l’opera instancabile ed appassionata del Suo diletto figliolo”...

La scuola è ubicata a Pescara in via Pizzoferrato, a poche decine di metri dalla stazione centrale, in una posizione strategica e affollata. Don Santo è talmente conosciuto da essere salutato e fermato da tutti; i ragazzini gli corrono incontro chiamandolo per nome, la sua notorietà è forse più marcata in Abruzzo che non nel suo stesso paese di origine.

Gli anni corrono e il suo rientro definitivo a Bussolengo avviene nell’anno 1960.
……………………………
  
Ancora per qualche tempo, l’anziano Monsignore mantiene inalterati i suoi numerosi impegni e il suo instancabile prodigarsi a sostegno delle persone povere e bisognose. Poi i primi segnali della malattia ed un improvviso regresso delle attività. Lentamente anche la sua vivacità d’animo si placa, la sua esuberanza nel fare rallenta e, nel silenzio, il suo atteggiamento si raccoglie spesso nella meditazione.
……………………………
  
Poi, nell’ultimo periodo di vita, la sopportazione serena della malattia e le sue preghiere al Sacro Cuore di Gesù fino alla morte, avvenuta il 24 giugno 1969.
……………………………
Image3 Image8 Image1 Image2 Image5 Image6 Image7 Image4

Visitatori

OggiOggi56
IeriIeri135
Da lunedìDa lunedì658
Questo meseQuesto mese4098
TuttiTutti286018
On line ora 19
Migranti
Migranti
LibroNascite1600
LibroNascite1600