Ultime dal sito

Marzo 2017
Tre nuovi articoli sui nostri VIP.  Vedi la relativa sezione.
San Valentino 2017
Una nuova sezione tutta da esplorare che comincia con tanta STORIA
legata a San Valentino e continua con tante altre storie!
San Valentino 2017
Al Centro Sociale una bellissima mostra sulla Scuola a Bussolengo dagli inizi
fino a pochi decenni fa. Bravo Circolo Noi. Da vedere.
29 dicembre 2015
Il sito diventa "responsive", è possibile quindi vederlo anche su smartphone e tablet. Numerose sono poi le aggiunte ed i miglioramenti. Da esplorare!
Natale 2015 
Si festeggia in piazza a Bussolengo.   Guarda alcune bellissime foto.
4 giugno 2015
 Aurelio ci offre ancora una volta un interessante articolo su un argomento della nostra storia  di Bussolenghesi I Cimiteri di Bussolengo .

L’EVOLUZIONE DEL COGNOME.
I passaggi sono molteplici:
  • Vasani (Vasonei?, Vasoni?) nel 1615 (matrimonio)
  • ancora Vasani (Vasonei?) nel 1616 e Vasseli (Vassalei?) nel 1618 nelle registrazioni di battesimo dei primi due figli di Chiara.
  • de Vassonesi, Vassanese nei vari atti notarili fino al 1630
  • Vassanelo, Vassanel , Vasanello negli atti di nascita dei figli colle mogli che seguono Chiara, dopo il 1630
  • Vassanello nel 1640 in un atto di compravendita di una casa che fu sua, situata in platea (piazza).
LE DONNE ED I FIGLI DI GIOVANNI.
Da Chiara nasce nel 1616 Domenica e nel 1618 LORENZO (che riprende il nome del bisnonno materno Doreghini). Nel 1621 nasce Zuana e nel 1624 Santa. Eventuali altri figli di Chiara non è dato di rilevarli in quanto i libri parrocchiali presentano un buco che va dal 1625 al 1631 (un libro quasi sicuramente bruciato dai Lanzichenecchi).
Certo è che il 24 Genaro 1632 Giovanni, vedovo, si sposa con Marieta vedova di Antonio di Oliosi e che il 2 giugno 1633 nasce Chiara Angela figliola di Giovani Vassanel et di MARIETA sua moglie in 2° matrimonio. Il nome della bimba riprende quello della prima moglie di Giovanni, forse morta durante la Grande Peste.
Dopo Chiara Angela nascono due bimbi: nel 1636 Carlo Bernardino e nel 1639 Bernardino Rocco.
Nella registrazione di quest’ultimo, il bimbo si dice figliolo di Gioani Vassanelo piamontese e Marieta Pena non congionti in matrimonio; in quella precedente, di Carlo Bernardino, si dice che il bimbo è figliolo di Marieta Pena e Zuane Vasanello piamontese con una forma (prima la madre con nome e cognome) che fa pensare appunto che i genitori non fossero sposati.
Sicuramente la seconda moglie, Marieta vedova di Antonio di Oliosi, e Marieta Pena furono due donne diverse; la prima forse morta di parto (era frequentissimo in quei tempi) e la seconda divenuta l’amante di Giovanni.
Quindi sette figli, forse altri di cui non conosceremo mai i nomi.
Di cinque di questi, Domenica, Zuana, Santa, Carlo Bernardino e Bernardino Rocco, non si trovano documenti; forse sono morti infanti (come era molto comune in quei tempi), certamente non hanno generato rami famigliari.
  
Chiara Angela si sposa con Domenico Baldassari(n) della contrà Sant’Egidio di Verona. Di lei è rimasto un testamento del 25 mar 1667 (a questa data il padre Giovanni è già morto) con il quale nomina suo erede universale il sig. Antonio Landi (evidentemente non ha figli vivi). Tra le volontà espresse nell’atto c’è quella di essere sepolta con tutti i riti nella venerabile chiesa di Santa Euffemia nella sepultura delli Confratelli della Centura (Confraternita della Cintura della Beata Vergine Maria Madre di Consolazione, del Santo Padre Agostino e della Santa Madre Monica fondata in S. Eufemia nel 1591).
  
LORENZO sarà quello che porta avanti il nome e per primo si chiamerà definitivamente VASSANELLI (nelle sue varie versioni).
Nasce il 19 agosto 1618 ed i suoi padrini appartengono a famiglie importanti del paese – copadre Girardo de Danesi, comadre Margarita moglie di Antonio Montresor figlio di Batta Montresor – riprova che la posizione guadagnatasi da Giovanni ha un certo rilievo.
Lorenzo riprende un nome ricorrente nella famiglia della madre, ma ancor più significativo, riprende anche la professione che è caratteristica del ramo dei Doreghini cui appartiene Chiara: il PISTOR. E’ una professione per quel tempo importante che è collegata ad un’altra attività importante per il paese (e dei Doreghini) e che sarà caratteristica di uno dei rami della famiglia Vassanelli: il MOLENDINARO (mugnaio).
Il 7 marzo del 1639 sposa Vittoria Veronese del fu Francesco proveniente da Oppeano. La sposa era poco più di una bambina essendo nata il 9 novembre del 1622.
  
Image6 Image8 Image1 Image3 Image4 Image2 Image5 Image7

Visitatori

OggiOggi119
IeriIeri152
Da lunedìDa lunedì271
Questo meseQuesto mese5111
TuttiTutti281165
On line ora 27
EllisIsland1892
EllisIsland1892
StatoDelleAnime1728
StatoDelleAnime1728