Ultime dal sito

Ottobre 2022

Un documento che cita uno dei tanti incendi generati in Bussolengo dagli Alemanni.

Agosto 2021
È stato l’uomo del sorriso e della partecipazione, volentieri aiutava chiunque volesse fare ricerche.
In ricordo del prof. Elio Bonizzato, nel decimo anniversario della morte 2011-2021.
Marzo 2021
Una grande storia quella della Filanda dei Danese.
Aurelio ce la racconta.
Febbraio 2021
Molti sono stati i Bussolenghesi emigrati negli States, in particolare in Pennsylvania a fare i minatori.
E sempre difficili sono state le loro vite, ma quella di Ferdinando è sicuramente tragica.
22 Giu 2017
Durante la recente Festa di San Valentino il Gruppo Noi ha organizzato una bellissima mostra sulla
Scuola a Bussolengo. Leggi la Storia della Scuola nel nostro paese e la vita di un suo protagonista.
31 Maggio 2017
Per ricordare l'indimenticabile arciprete mons. Angelo Bacilieri riportiamo
l'iscrizione funebre che appare sulla registrazione della sua morte.

Indice articoli

7. La vita dell’emigrante attraverso alcuni documenti.
Come si è detto, le avanguardie erano tipicamente uomini che, una volta consolidata la loro permanenza, chiamavano le loro donne. Potevano essere le sorelle, le figlie, le mogli sposate in Italia prima di partire o per procura. Ma succedeva anche che fossero le fidanzate che poi sposavano negli Stati Uniti.
  
Il matrimonio.  Nella famiglia Vassanelli abbiamo due esempi di questo tipo. I fratelli Antonio ed Amabile Vassanelli si sposano lo stesso giorno rispettivamente con Carolina Visentini ed Alessandro Montresor. E la cosa veniva pubblicizzata localmente come dimostra questo trafiletto di giornale:   
     
Mercoledì mattina ha avuto luogo un doppio matrimonio Italiano a Brockport. Gli sposi sono Alex. Motresser e Miss Annabell Vassanelli, e Antonio Vassanelli e Miss Vesentina Carolina. Le cerimonie sono state celebrate dal Rev. Padre Lynch, parroco della chiesa Cattolica. Una celebrazione si è tenuta Mercoledì pomeriggio e sera.
       
Ancora una volta si possono notare gli errori di trascrizione dei nomi; errori comuni in generale per il tipo di strumenti utilizzati nei registri (penna e calamaio), ma anche e principalmente per la differenza di lingua.

E la vita procedeva con i mariti che andavano in miniera e le mogli che gestivano i figli e si davano da fare per arrotondare le entrate familiari. Ed un modo, come la storia di famiglia riferisce per Virginia Veronesi, moglie di Luigi Vassanelli, era quello di affittare camere ad altri minatori, parenti o meno, fornendo anche il vitto; o gestire una locanda, come faceva Maria, sua sorella.
 
La naturalizzazione. Dopo un po’ di anni molti emigranti cercavano di diventare americani a tutti gli effetti. Ecco quindi che presentava-no domanda di naturalizzazione. Quella di mio nonno Luigi Vassanelli, è del 22 settembre del 1897 e riporta: 
   
1.   La data di arrivo negli USA (25 marzo 1884) e l’età (17 anni). Spesso questi dati erano volutamente errati per favorire l’accoglimento della domanda. Essere arrivati con meno di 18 anni era un punto a favore; di qui conseguiva l’importanza di dimostrare ciò, anche “barando”. Nella fattispecie, dall’età si risalirebbe all’anno di nascita 1867, mentre il realtà l’anno giusto è il 1865 (10 marzo). Quanto alla data di arrivo, non ho prove che sia sbagliata. Certamente il primo documento che ho trovato è del 25 marzo 1891; il giorno, mese potrebbero essere una coincidenza e l’anno potrebbe essere volutamente errato.  
2.   Il luogo di residenza: Dagus Mines.
3.   La dichiarazione di non essere titolare di alcun titolo ereditario e non appartenere ad alcun ordine nobiliare !!?? 
4.    La presentazione di un cittadino USA che dichiara di conoscere da almeno 5 anni il richiedente e che attesta di essere un uomo di sani principi morali ed attaccato alla costituzione.  
5.   La dichiarazione con la quale rinuncia ad ogni legame e fedeltà a principi stranieri in particolare al Re d’Italia.  
      
Il censimento. Il censimento USA del 1900 (ogni 10 anni ne veniva tenuto uno) vede Luigi Vassanelli nel distretto amministrativo di Fox (Fox Township) assieme ai tre figli nati in America e ad altri fratelli e cognati. Interessanti le informazioni ricavabili dal documento  Prima di tutto ben 10 adulti più 3 bambini risultano sotto lo stesso tetto (numero progressivo di abitazione e di famiglia 344). Oltre a Luigi, capofamiglia, sua moglie Virginia ed i loro tre bimbi Jack, Lizzy, Ida, sono loro “boarder”, pensionanti, i fratelli di Luigi, Giuseppe e Clemente, il suocero Mariano con i figli Flaminio e Guerino, e tre altri italiani che potrebbero essere Bertato(?) Joseph, un Andrew Ben??ty, un Guerino?? Jack. Tutti gli uomini sono “coal minerminatori di carbone, e di tutti c’è l’anno di arrivo negli USA; e qui si nota come nella petizione Luigi dichiarasse il 1884, mentre qui si parla del 1891. Nella colonna “naturalizzato”, in corrispondenza di Luigi c’è NA (Not Alien - naturalizzato), invece per gli altri c’è AL (Alien). Nelle colonne “sa leggere, scrivere, parla inglese”, per la maggior parte di loro si trova “Si, Si, No” (per Luigi è anche questo un Si). Per Bertato(?) sono tutti No.
     
Le disgrazie. E la vita è sicuramente dura, se non altro per l’estrema pericolosità del lavoro in miniera. E Bussolengo ha pagato a caro prezzo il riscatto dalla miseria dei suoi figli. Io ho ben presenti due caduti della mia famiglia.  
Nel 1908, nella miniera di Vintondale (Cambria County, vicino ad Indiana) avviene uno dei tanti incidenti mortali, così comuni in quei tempi. In quella miniera si trova Giuseppe Vassanelli che muore a 34 anni; lascia la moglie Candida Castioni e tre bambini: Maria Luisa di 5 anni, Ferdinando di 3 anni e William di 1 anno. La moglie Candida si trova sola (ci sono sì alcuni fratelli del marito, ma deve pur sempre lottare da sola!), senza conoscere una parola di inglese, con tre figli. Non può far altro che sposarsi di nuovo. Entro fine anno prende per marito Perotto Antonio e con lui ritorna in Italia, a Santa Giustina, nei pressi di Belluno.  Lì Ferdinando muore ancora bambino; poi, rispettivamente nel 1929 e nel 1930, Maria Luisa e William tornano negli Stati Uniti dove si formano una famiglia (con discendenti che non portano più il nome di Vassanelli).  
    
Ma ancora la famiglia Vassanelli (e Bussolengo) deve pagare il suo tributo al paese che l’ha ospitata. Nel febbraio del 1916 avviene l’ennesima tragedia delle miniere. E’ sicuramente fra le più gravi, tant’è che si scrissero fiumi di pagine sul fatto; da un resoconto che si trova su Internet si apprende quanto segue.   
Image6 Image8 Image3 Image1 Image4 Image2 Image5 Image7
Migranti
Migranti
RegistroNascite1800
RegistroNascite1800