Ultime dal sito

Marzo 2017
Tre nuovi articoli sui nostri VIP.  Vedi la relativa sezione.
San Valentino 2017
Una nuova sezione tutta da esplorare che comincia con tanta STORIA
legata a San Valentino e continua con tante altre storie!
San Valentino 2017
Al Centro Sociale una bellissima mostra sulla Scuola a Bussolengo dagli inizi
fino a pochi decenni fa. Bravo Circolo Noi. Da vedere.
29 dicembre 2015
Il sito diventa "responsive", è possibile quindi vederlo anche su smartphone e tablet. Numerose sono poi le aggiunte ed i miglioramenti. Da esplorare!
Natale 2015 
Si festeggia in piazza a Bussolengo.   Guarda alcune bellissime foto.
4 giugno 2015
 Aurelio ci offre ancora una volta un interessante articolo su un argomento della nostra storia  di Bussolenghesi I Cimiteri di Bussolengo .
Collegati al sito della nostra Parrocchia.

Nella rilevazione dei nati, si nota come la maggior parte dei libri non riporti i dati della professione del genitore.

Troviamo una notevole continuità nel rilevare questo dato nel periodo 1866-1871 (parroco don Luigi Salomoni) e nel periodo 1829-1834 (parroco don Dal Fior Bartolomeo), con qualche “puntata” attorno al 1854.

Dal nostro database ricaviamo circa 1.000 rilevazioni delle professioni; ovviamente molte si ripetono (più figli degli stessi genitori); e ricaviamo anche che le professioni sono circa 80. Tenendo conto di ciò si ha la seguente distribuzione:

 
ProfessioneGenitori Totali
%
I CAMPI Villici –   villici artigiani - villici industrianti 210
27,85%
Coloni -   Villici Coloni 65
8,62%
Possidenti - Coloni Possidenti 53
7,03%
Lavorenti 52
6,90%
Braccianti 13
1,72%
Contadino 4
0,53%
Castaldo - Gastaldo 3
0,40%
Affittuale 3
0,40%
ARTIGIANI Mugnaio -   Molinajo 36
4,77%
Canapajo - canepino - canevino 34
4,51%
Falegname   24
3,18%
Calzolaio   19
2,52%
Industrianti 15
1,99%
Sartore 13
1,72%
Artigiani (1 fabbricatore di scranne) 11
1,46%
Tessitore 9
1,19%
Muratore 9
1,19%
Fabbro - ferraio - maniscalco 7 0,93%
Barcajo 6 0,80%
COMMERCIO Oste -   bettoliereA 17 2,25%
Fruttaiolo - un fruttaiuolo possidente 12 1,59%
Pizzicagnolo 6 0,80%
Bottegaio - Un venditore d'acquavite 6 0,80%
Macellaio - beccaio 5 0,66%
Mercanti (1 mercatante di corami) 5 0,66%
Negoziante 5 0,66%
Droghiere 4 0,53%
Pistore - fornaio - prestinaio 4 0,53%
ALTRO Carrettiere 33 4,38%
Pastori 6 0,80%
Medico 3 0,40%
Segato 3 0,40%
Vetturino 3 0,40%
Altri   mestieri 56 7,43%
 
Da cui si vede come la professione più diffusa fosse decisamente quella legata alla terra. Molti (circa il 7%) erano i genitori definiti possidenti.

Dall’analisi si notano professioni che forse non ci sono più o con nomi ormai in disuso: canepino, sogaro, pizzicagnolo, prestinaio, pistore, segaio, parolotto .. E troviamo pure tre castaldi (i sigg.ri Lasta, Segato e Olivieri),

Fra le professioni che non sono evidenziate nella lista sopra riportata troviamo: due farmacisti (il dr. Bernardi a cui subentra nel 1867 il dr. Cazzola), il segretario comunale Beniamino Banali ed il cursore Giovanni Tomeleri, il sacrestano Battista Ganassini, il ricevitore del dazio Giuseppe Girardi….

Ed ancora, fra le professioni troviamo cognomi ancora noti come il pasticcere Motta, il cappellaio Beschi., il medico Benati ed il macellaio Vassanelli, i droghieri Motta, i falegnami Barbi …

E c’è anche registrato Giovanni Losko un militare austriaco ungherese !

Image2 Image7 Image4 Image8 Image1 Image3 Image5 Image6

Visitatori

OggiOggi2
IeriIeri126
Da lunedìDa lunedì280
Questo meseQuesto mese5120
TuttiTutti281174
On line ora 31
ArrivoControlli
ArrivoControlli
BibliotecaStoricaSMM1
BibliotecaStoricaSMM1