Ultime dal sito

22 Giu 2017
Durante la recente Festa di San Valentino il Gruppo Noi ha organizzato una bellissima mostra sulla
Scuola a Bussolengo. Leggi la Storia della Scuola nel nostro paese e la vita di un suo protagonista.
31 Maggio 2017
Per ricordare l'indimenticabile arciprete mons. Angelo Bacilieri riportiamo
l'iscrizione funebre che appare sulla registrazione della sua morte.

Maggio 2017
Due nuovi articoli interessanti: uno sull'evoluzione di due cognomi di Bussolengo,
ed uno sul Saponificio Pinali. E poi la registrazione di un Matrimonio Francese.

Marzo 2017
Tre nuovi articoli sui nostri VIP.  Vedi la relativa sezione.
San Valentino 2017
Una nuova sezione tutta da esplorare che comincia con tanta STORIA
legata a San Valentino e continua con tante altre storie!
San Valentino 2017
Al Centro Sociale una bellissima mostra sulla Scuola a Bussolengo dagli inizi
fino a pochi decenni fa. Bravo Circolo Noi. Da vedere.
Collegati al sito della nostra Parrocchia.

L'INTERVENTO DI NAPOLEONE.
                              
Validi motivi igienici indussero il francese Napoleone ad emanare un decreto con il quale si proibiva di seppellire i morti nelle chiese, zone limitrofe, nei centri abitati. Passato alla storia come il decreto di Saint Cloud, esso porta la data del 12 giugno 1804.
Bussolengo, dopo pressioni e solleciti da parte del governo, riesce ad individuare, nei pressi della chiesetta di San Rocco, un'area idonea alla bisogna e quindi a presentare in Prefettura di Verona, un progetto per il nuovo Camposanto. E' il 10 novembre del 1807. Le trattative per l'acquisto del terreno vanno alle lunghe tanto è vero che il Comune di Bussolengo riesce ad acquistare il fondo soltanto nel 1811 pagando al proprietario Bortolo Motta lire 1715.
Avviati i lavori lo stesso anno, la nuova struttura viene consacrata al culto dei morti il 13 luglio del 1813 con il seppellimento del primo defunto: una bimba di 7 mesi, Rosa Marianna, morta, a detta del parroco Gaetano Cabrusà, per un male intestinale.
Il cimitero per sommi capi è uguale a quello che vediamo oggi entrando dalla vecchia porta centrale: porticato perimetrale, piazzale con al centro l'antica colonna con in cima la croce di ferro, traslata dal vecchio cimitero, e, dall'altra parte fronte all'ingresso, la chiesa.
Image6 Image2 Image1 Image4 Image8 Image3 Image7 Image5

Visitatori

OggiOggi19
IeriIeri180
Da lunedìDa lunedì199
Questo meseQuesto mese5504
TuttiTutti292596
On line ora 5
La Provence
La Provence
LibroNascite1600
LibroNascite1600