Ultime dal sito

Agosto 2021
È stato l’uomo del sorriso e della partecipazione, volentieri aiutava chiunque volesse fare ricerche.
In ricordo del prof. Elio Bonizzato, nel decimo anniversario della morte 2011-2021.
Marzo 2021
Una grande storia quella della Filanda dei Danese.
Aurelio ce la racconta.
Febbraio 2021
Molti sono stati i Bussolenghesi emigrati negli States, in particolare in Pennsylvania a fare i minatori.
E sempre difficili sono state le loro vite, ma quella di Ferdinando è sicuramente tragica.
22 Giu 2017
Durante la recente Festa di San Valentino il Gruppo Noi ha organizzato una bellissima mostra sulla
Scuola a Bussolengo. Leggi la Storia della Scuola nel nostro paese e la vita di un suo protagonista.
31 Maggio 2017
Per ricordare l'indimenticabile arciprete mons. Angelo Bacilieri riportiamo
l'iscrizione funebre che appare sulla registrazione della sua morte.

Maggio 2017
Due nuovi articoli interessanti: uno sull'evoluzione di due cognomi di Bussolengo,
ed uno sul Saponificio Pinali. E poi la registrazione di un Matrimonio Francese.

Indice articoli

IL MIGRANTE FERDINANDO VASSANELLI.
DA BUSSOLENGO AGLI USA,
Per Bussolengo, nei decenni a cavallo tra la fine del 1800 e l’inizio del 1900, molto consistente è stato l’epocale fenomeno dell’Emigrazione negli USA.
Una delle famiglie che ne è stata particolarmente coinvolta è quella dei Vassanelli figli di Giacomomugnaio, e di Rosa Vassanelli, figlia di Luigi, macellaio.
Giacomo e Rosa hanno generato nove figli; di questi la prima bimba muore infante, l’ultima femmina, Maddalena, rimane in Italia dove sposa un Benati, e ben sette figli e figlie emigrano in America.
Tre di loro (Clorinda –i Colori-, Luigi -da cui i Bioti- e Clemente –da cui i Mente-) tornano a Bussolengo, mentre quattro (AntonioAmabileGiuseppe e Ferdinandorestano per sempre negli USA dove ancora molti discendenti portano il cognome di Vassanelli e tanti altri, discendenti dalle femmine della famiglia, portano quello di altri migranti, italiani e non.
Le storie delle famiglie che arrivavano in America in quel periodo erano generalmente difficili: storie di povertà, di duro lavoro, di difficile integrazione. Ma quella di questi quattro Vassanelli oltre che difficile fu tragica: dei tre maschi, Ferdinando e Giuseppe muoiono in due disastri minerari ed Antonio muore di colera nello stesso anno in cui muoiono la prima moglie di Ferdinando ed il loro secondo figlio appena nato.
E di Ferdinando, della sua famiglia e dei suoi discendenti diretti ed indiretti desideriamo raccontare la storia della breve vita.


FerdinandoVassanelliFerdinando è l'ultimo dei figli del mugnaio Giacomo. Nato il 24apr1880, approda per la prima volta in Ellis Island, New York, il giorno 11ott1902 dopo essere partito, una settimana prima, da Le Havre con la nave La Lorraine. Nel documento di imbarco si dice che è un labourer e che va a raggiungere le sorelle (Clorinda ed Amabile) in Birnedale PA. Con lui ci sono altri compatrioti di Bussolengo; c'è pure Veronesi Pietro, da Rivoli, cognato dei suoi fratelli Luigi e Clemente.

Il 29set1907, nel paese di Ernest della contea dell'Indiana (in Pennsylvania), si sposa con Maria Conati da S. Pietro Incariano. Maria ha diciassette anni (dalla tomba, nata 1set1890) ed è arrivata negli Stati Uniti nel settembre del 1905, assieme alla mamma Noemi Aprile ed ai fratelli Vincenzo e Mario; nel documento di imbarco si dice che vanno dal capofamiglia Vittorio proprio in quella contea. Nell’atto civile di matrimonio, Ferdinando è detto miner minatore,
Maria e Ferdinando vanno ad abitare nel paese di Rayne, sempre nella contea dell’Indiana; e lì nascono due figli: Geno (Gino, il 17giu1908), i cui discendenti sono ancora numerosi negli USA, e Joseph (Giuseppe, il 17mar1910; battezzato nella parrocchia di St. Bernard).

Joseph, quattro mesi dopo la sua nascita, il 25lug1910, muore di colera, preceduto in questa tragedia dallo zio Antonio, anche lui morto (il 18 luglio) di cholera morbus (sepolto il 20 luglio nel cimitero di St. Bernard). Antonio lascia la moglie Carolina e due figli di 8 e 7anni, Jack e Rose).
Ma per Ferdinando la tragedia era già iniziata poco più di due mesi prima, il 7mag1910, con la morte, per scarlet fever (scarlattina), della moglie Maria.
Ferdinando rimane solo con un bimbo di due anni da allevare; ad aiutarlo saranno i genitori di Maria che nel corso della vita di Geno saranno per lui nonni/genitori (da varie parti si deduce che vive presso i nonni; cfr anche la storia allegata).

La soluzione definitiva del problema (anche perché Ferdinando ha 30 anni) è quella di risposarsi quanto prima. E’ una strada seguita da molti vedovi/vedove del tempo, rimasti soli con bimbi piccoli in una terra ancora sconosciuta e con problematiche economiche non indifferenti.
E nella famiglia dei Vassanelli migranti ciò avviene sia per la moglie di Antonio sia per quella di Giuseppe (morto nel 1908 a 34 anni per un incidente nella miniera di Vintondale PA).
Ecco dunque che Ferdinando decide di tornare a Bussolengo dove, il 31gen1911, sposa Assunta Maria Biscardo (Assunta Maria Regina nella registrazione di battesimo) di Massimiliano e Dalfior Francesca.


Assunta è nata il 7apr1886 quindi, quando Ferdinando andò per la prima volta in America, aveva 16 anni.  E’ dunque possibile che i due già si conoscessero e che il matrimonio fosse stato in qualche modo organizzato prima del rientro a Bussolengo di Fred.
Ma non è del tutto improbabile che il primo incontro della coppia sia avvenuto proprio nel 1910, al rientro del migrante (la ragazza ha ora 24 anni), e la conseguente decisione di sposarsi sia avvenuta a fronte di una proposta di Ferdinando di portare Assunta in America, cosa molto ambita in quei tempi difficili, sia dagli uomini sia dalle donne.

E qui val la pena raccontare quello che era successo a Luigi, fratello maggiore di Ferdinando. Luigi è stato uno dei primi Bussolenghesi ad andare negli USA (nel 1891 se non prima).
Nel 1896 rientra in Italia per sposarsi e, si racconta in famiglia, al paese incontra per la prima volta Virginia Veronesi da Rivoli, servetta nell’albergo di proprietà dello zio Francesco Vassanelli (fratello della mamma Rosa) nell’attuale via Mazzini. E Luigi le chiede “Vuto vegner con mi en Merica?” (Vuoi venire con me in America?), ricevendone una risposta affermativa ed entusiasta.
Chissà, forse tra Ferdinando ed Assunta è avvenuto qualcosa di simile!

Ferdinando&AssuntaBiscardo
Quello che è certo è che Ferdinando ed Assunta si sposano e che, due mesi dopo il matrimonio, sbarcano ad Ellis Island diretti ad Ernest in Pennsylvania, dove raggiungono la famiglia del suocero Vittorio Conati a cui era stato affidato il figlioletto Geno.
In Ernest, il 5 luglio, la coppia regolarizza la sua situazione matrimoniale negli Stati Uniti.

La famiglia cresce alla svelta ed i figli della nuova coppia nascono in varie città della Pennsylvania: sono Maria 14dic1911 (in Rayne, a pochi minuti da Ernest), Max 2dic1912 (Rayne)Maryann 1feb1914 (Colver) ed Ida 20mag1915 (Ernest).
Ma ancora una volta la disgrazia colpisce Ferdinando e, per la prima volta, Assunta: Maria muore.
Di Maria credo non se ne sia mai tanto parlato in famiglia; prova ne sia il fatto che, dai vari discendenti, nessuna informazione, diretta o indiretta, si è avuta di questa bimba. Solo ora è stato trovato un documento (dai Pennsylvania State Archives) che prova la sua nascita; è una registrazione che fornisce il numero di file in cui si trova l’atto di nascita di “Vassanelli Maria, la cui madre è Biscarlo (Biscardo) A.(Assunta), nata in Rayne il 14dic1911”.
La certezza della morte da piccola, invece, si ha dal fatto che nessun documento successivo che parla dei figli della coppia (per esempio il censimento del 1920) la cita. In ogni caso, negli stessi archivi, c’è anche una registrazione che riferisce la morte di certa Vananelli Mary il 6set1912 nella contea di Indiana; direi che, se non proprio certo, è molto probabile che sia proprio la prima figlia di Ferdinando ed Assunta, morta pochi mesi prima della nascita del secondo figlio Max.

Sia da Geno sia da Max la famiglia si moltiplica e più di uno sono i maschi che tengono vivo il cognome dei Vassanelli, così come molte sono le donne che tuttora lo portano. Direi che questo è il ramo più prolifico dei Vassanelli americani.

Geno muore a 65 anni nel 1973 dopo aver sposato Mary Domenichelli (morta nel 2012) ed aver generato Patricia e Fred, che più volte è venuto a visitare il paese d'origine della famiglia.
Fred ha tre figli maschi e vari nipoti. Anche la famiglia di Patricia è prolifica, ma ovviamente i suoi figli/nipoti portano cognomi vari, pur restando sempre molto legati alle loro origini italiane.

Max ha visitato l'Italia nel 1975 assieme alla sorella Irene Maccagno, tornata pochi anni fa, ed a Giulia Saiani moglie di Pietro Veronesi, fratello di Virginia e Marietta, mogli di Luigi e di Clemente.
Nel 2010 sua figlia Maxine, col marito James Robert Ellmaker, è venuta alla festa dei Vassanelli in Bussolengo, mentre il figlio Dennis, morto nel 2010, non mi risulta che sia mai venuto così come il terzo fratello MarkMax muore nel 2005 in Portage PA.

Quindi la famiglia di Ferdinando porta avanti il cognome dei Vassanelli negli USA, ma la tragedia è una caratteristica importante dei suoi primi anni in America, come purtroppo per tante altre famiglie di migranti Italiani giunte lì per sopravvivere.
In pochi anni erano morti due suoi fratelli, una moglie, un bimbo neonato, una bimba di pochi mesi ed ora tocca a lui. Infatti Ferdinando, non ancora trentaseienne, perde la sua vita in miniera.

FigliDiFerdinandoVassanelliIl giorno 11feb1916, nella miniera 2 di Ernest, cittadina a nord di Indiana e non molto distante da Vintondale (dove 8 anni prima era morto il fratello Giuseppe sempre per un incidente minerario), viene scoperto nel primo pomeriggio il corpo esanime di un minatore. Partono immediatamente i soccorsi, ma solo dopo diverse ore si trovano ben 26 morti, stroncati da una gas explosion, un'esplosione di gas.

Di questi, 10 sono emigranti italiani ed uno è proprio Fred (Ferdinando) VassanelliCome molti altri minatori italiani, fu sepolto al St. Bernard’s Roman Catholic Cemetery di Indiana (lo stesso dove è sepolto il fratello Antonio), ed il 4 marzo successivo la moglie ottiene un "indennizzo" di 100 dollari.

Ferdinando lascia Assunta con tre figli suoi, più Geno, figlio della prima moglie Maria. Geno viene praticamente allevato dai nonni Conati, ma resta sempre molto legato alla seconda madre Assunta ed ai fratelli più giovani (la fotografia li mostra tutti assieme).
In questa tragica situazione famigliare, ancora una volta l’unica strada da percorrere per sopravvivere è risposarsi.


Tra gli amici più cari della famiglia c’è Pietro Maccagno, nato nel 1881 in San Damiano di Piemonte da Giovanni, ed ospite pagante della famiglia Conati (dai censimenti, che nel ‘900 venivano fatti ogni 10 anni, si rileva come fosse comune che le famiglie ospitassero uno o più migranti single per arrotondare le entrate).
Pietro era arrivato negli USA nel 1907 e nei vari documenti ritrovati si dice che è musician. ma anche miner, Come detto, era un caro amico di Ferdinando e di conseguenza conosceva e frequentava Assunta. Penso quindi sia stato naturale che i due si sposassero.
Non conosco la data esatta del matrimonio in quanto non ho ritrovato documenti diretti, ma probabilmente è avvenuto pochi mesi dopo la morte di Ferdinando. Infatti secondo i ricordi della famiglia Maccagno, la coppia ha avuto subito due bimbi, Ferdinando morto ad 1 anno (secondo me più piccolo), e Dino, morto neonato, Di Dino si è trovata la data di morte, il primo agosto del 1918 (sempre dai Pennsylvania State Archives). Quindi che il matrimonio sia avvenuto entro il 1916 non è del tutto improbabile.

Nel censimento del gennaio 1920 la famiglia risulta composta dai coniugi e dai tre figli Massimeliano (Max), Mary ed Ida tutti indicati come Maccagno; ovviamente sono i figli di Ferdinando e di Assunta.
L’anno dopo la famiglia torna in Italia a visitare i parenti e rientra nell’ottobre dello stesso 1921; anche qui si ritrovano i tre figli di Assunta, ma ancora una volta non Geno, a quella data tredicenne.
Tutto ciò conferma quanto si rileva nel censimento del 1930 e cioè che il ragazzo vive presso i nonni materni Conati.
Solo nel 1926 (il 14 dicembre) Pietro ed Assunta avranno una bimba che si farà a sua volta una famiglia (sposa John J. Smylnycky da cui avrà Susan): Irene.

I rapporti fra tutti i fratelli di primo e secondo letto, e con Irene figlia di Assunta e Pietro, rimangono vivi e frequenti fino alla loro morte; varie fotografie lo confermano.
Irene viene in Italia due volte (la prima assieme al fratello Max, la seconda con la figlia Susan e l’amica Hilary, di cui sotto) e muore nel 2017.
La mamma Assunta muore nel 1973, mentre il padre Pietro muore nel 1952.


Per completare questa storia sicuramente tragica, ma che conferma quanto si dice fra i nostri compaesani. ora cittadini americani. e cioè che fra i migranti c’era una diffusa povertà ed un grande impegno lavorativo per acquisire un’immagine ed una posizione economica di sicurezza, alleghiamo la storia The Cookie Table scritta da Hilary Hauck, amica di Irene e della figlia Susan.

Hilary nel suo sito (www.hilaryhauck.com) si presenta; I’m an Italian-speaking Brit living in the US. I’m a poet, translator, writer, and author of From Ashes the Song, a historical novel about a young musician who looks for a new start in the coal mines of Pennsylvania after losing his grandfather and the family vineyard in Italy in 1911 (Sono un’inglese di lingua italiana che vive negli Stati Uniti. Sono una poetessa, traduttrice, scrittrice ed autrice di From Ashes the Song, un romanzo storico su un giovane musicista (Pietro Maccagno ndr) che cerca un nuovo inizio nelle miniere di carbone della Pennsylvania dopo aver perso il nonno e la vigna di famiglia in Italia nel 1911).
E da questo romanzo, basato sui ricordi di famiglia, è ricavata The Cookie Table  che racconta del primo Natale di Assunta negli Stati Uniti, festeggiato in casa della famiglia dei nonni Conati assieme a Geno, loro nipote e primo figlio di Ferdinando (Nandy), ed a Pietro il musicista.

DOWLOAD:
    IL MIGRANTE FERDINANDO VASSANELLI english
    THE COOKIE TABLE english
    THE COOKIE TABLE italiano
Image8 Image1 Image7 Image2 Image3 Image6 Image4 Image5

Visitatori

OggiOggi361
IeriIeri299
Da lunedìDa lunedì999
Questo meseQuesto mese6242
TuttiTutti766620
On line ora 7
EllisIsland1892
EllisIsland1892