Ultime dal sito

Marzo 2017
Tre nuovi articoli sui nostri VIP.  Vedi la relativa sezione.
San Valentino 2017
Una nuova sezione tutta da esplorare che comincia con tanta STORIA
legata a San Valentino e continua con tante altre storie!
San Valentino 2017
Al Centro Sociale una bellissima mostra sulla Scuola a Bussolengo dagli inizi
fino a pochi decenni fa. Bravo Circolo Noi. Da vedere.
29 dicembre 2015
Il sito diventa "responsive", è possibile quindi vederlo anche su smartphone e tablet. Numerose sono poi le aggiunte ed i miglioramenti. Da esplorare!
Natale 2015 
Si festeggia in piazza a Bussolengo.   Guarda alcune bellissime foto.
4 giugno 2015
 Aurelio ci offre ancora una volta un interessante articolo su un argomento della nostra storia  di Bussolenghesi I Cimiteri di Bussolengo .
Collegati al sito della nostra Parrocchia.

L'anonimo pittore in questa tela mette tutto il vasto repertorio tecnico che si apprendeva nelle accademie del Settecento. Bella la figura del Cristo e molto ben riuscita la donna inginocchiata.
 
L'ignoto autore del Settecento ritrae Davide con corazza, mantello rosa e sciarpa azzurra. Il braccio sinistro appoggiato ad una spada, il destro sul fianco. Dietro, un armigero e un cane. Più in alto la testa di un cavallo. Abigail, genuflessa, veste di rosa con un manto azzurro e una grande sciarpa.
 
Questo quadro, attribuito da qualcuno al BALESTRA, è di autore ignoto del settecento e coglie Maria nel momento in cui, sciolto ogni rapporto con la terra, è rapita dalle realtà celesti. Gli Apostoli, in basso, esprimono stupore; uno di loro è intento a raccogliere una fascia bianca: la cintola della Vergine? Nella tradizione la tela è detta “Madonna della Cintola” in quanto è credenza che la Madonna avrebbe lasciato la Sua cintola agli Apostoli.
 
Gli ultimi riflessi del '600 sul '700 sono espressi in questo quadro dove l'ignoto autore riesce a metter in risalto i colori pastosi e le ombre profonde.
Ester, in veste rosa e manto azzurro, è svenuta. Assuero riccamente vestito, va verso di lei mentre un servitore porta un vassoio di essenze affinché la regina si riprenda.
 
N. 10: SARA E TOBIA  (per alcuni “IL RIPUDIO DI AGAR”).
L'ignoto autore, dando plasticità alle figure, sviluppa sentimenti umani e naturalistici. Bel canto è quello dei colori che mettono in risalto le forme dei panneggi.
Image1 Image7 Image2 Image8 Image4 Image6 Image5 Image3

Visitatori

OggiOggi119
IeriIeri152
Da lunedìDa lunedì271
Questo meseQuesto mese5111
TuttiTutti281165
On line ora 25
ArrivoControlli
ArrivoControlli
BibliotecaStoricaSMM2
BibliotecaStoricaSMM2